EGDS – Gastroscopia

Che cos’è la gastroscopia?
La gastroscopia è una tecnica con cui il Medico può guardare nel vostro esofago, stomaco e duodeno, per vedere se esiste qualche lesione che causa i vostri disturbi. Ciò è possibile mediante l’endoscopio, che è un tubo flessibile di 8-9mm, con un apparato di visione ed uno di illuminazione sulla punta, che viene fatto passare attraverso la bocca. Durante l’esame è anche possibile ottenere in modo indolore campioni di tessuto da esaminare (biopsie).

Cosa fare prima dell’esame?
Dovete essere a digiuno dalla mezzanotte, è bene che siate accompagnati, dovete portare i documenti degli esami precedenti (endoscopici, radiologici, del sangue, ecc.).
Nel caso l’esame sia eseguito nel pomeriggio è permessa una colazione leggera prima delle ore 8.00, quindi digiuno. Non è necessario che sospendiate alcun altro tipo di terapia farmacologia a meno di specifiche raccomandazioni del centro specialistico (ad esempio, trattamento con antibiotici o antisecretori).

È un esame doloroso?
La gastroscopia non è dolorosa, tuttavia alcuni la trovano fastidiosa. E’ per questo che, a meno che voi chiediate di non farlo, viene somministrato per via endovenosa un farmaco che vi calmerà ed addormenterà un poco. Taluni non ricorderanno neppure l’esame. Come si svolge l’esame? Verrete fatti sdraiare su di un lettino dopo aver slacciato eventuali cinture o colletti. Dovrete togliere dalla bocca qualsiasi protesi mobile, per la vostra sicurezza. Dopo l’anestesia locale e la sedazione dovrete aprire la bocca e vi verrà posto un boccaglio tra i denti per evitare la morsicatura dello strumento e traumi ai denti. Vi verrà posta la punta dello strumento sulla lingua e verrete invitati ad inghiottire per facilitare il passaggio nell’esofago. A questo punto dovrete respirare profondamente. Potrete aver rigurgito di liquido in bocca che lascerete colare sulla apposita traversa. L’esame dura pochi minuti e lo strumento sarà tolto rapidamente.

Cosa fare dopo l’esame?
Dopo l’esame verrete lasciati a riposare per 10-15 minuti su di un lettino. Dovrete evitare di bere per 1 ora e di mangiare per qualche ora. Potrete avere un certo bruciore alla gola per alcune ore.
Dato l’uso dei sedativi, evitate di guidare e, se dovete farlo, aspettate almeno 3 ore. Per questo si consiglia di venire accompagnati e, tornati a casa, di restare a riposo per l’intera giornata. Il referto dell’endoscopia vi verrà consegnato immediatamente, mentre per l’esito di eventuali biopsie dovrete tornare dopo 8-10 giorni.

Vi sono complicanze?
Le complicanze importanti della gastroscopia sono eccezionali, circa 1 su 10.000, in genere legate a gravi patologie dell’esofago, stomaco e duodeno, oppure a gravi malattie cardiache concomitanti. Nel primo caso si tratta di perforazioni mentre nel secondo di aritmie.